2. Relazioni

Una comunità non si può creare intorno a un problema da risolvere, o una protesta. Una comunità si crea facendo fiorire relazioni inclusive, in grado di supportare un senso di appartenenza e l'unicità di ognuno dei suoi membri.

 

Quando le persone sono in relazione possono condividere, progettare, sognare, creare e realizzare insieme. Senza relazioni le persone sono impotenti. 

Il community organizing ha sviluppato uno strumento per creare relazioni di fiducia tra diversi: gli "incontri relazionali". Questi incontri sono la risposta a queste domande:

  • Perché così poche persone partecipano alla vita della comunità?
  • Perché è così difficile creare relazioni tra diversi?
  • Perché ci sembra di non capire gli altri, al di fuori di una cerchia ristretta di persone che sentiamo affini?

La risposta degli incontri relazionali è anzitutto questa: OCCORRE PARTIRE DALL'ASCOLTO. Si tratta di un ascolto attivo, che porta alla luce gli interessi e le passioni dell'altra persona. L'obiettivo non è reclutare gli altri o vendere una causa, costruire una relazione di reciproco interesse e fiducia che possa portare a un'azione comune.

I community organizer li chiamano "la cosa più radicale che insegniamo" perché le organizzazioni che adottano questo approccio si trasformano in organizzazioni relazionali, ricostruendo i legami della società e creando comunità in grado di agire.

"Riconosco il genio degli incontri relazionali perché è qui che il il cuore entra nel processo di organizzazione. Sono il collante che unisce le persone e permette loro di abbracciare la tensione della vita tra il mondo-come-è e il mondo-come-dovrebbe-essere. Correttamente inteso, l'incontro relazionale non è una scienza, non è una tecnica, ma una forma d'arte in cui uno spirito va dietro un altro spirito per creare una connessione, un confronto e uno scambio di talento e energia, portando infine a un qualche tipo di azione comune".

Edward T. Chambers, "Il potere dell'azione relazionale", 2009

Affronteremo questi temi:

  • Come si creano relazioni tra diversi
  • La qualità dell’ascolto
  • Le buone domande
  • Il confine per nulla scontato tra relazioni pubbliche e relazioni private