Compromesso e conflitto

Accettiamo la tensione, l’emozione, il conflitto, e l’incertezza che fanno parte della vita pubblica. Siamo preparati a discutere, ascoltare, rivedere i nostri punti di vista, e fare compromessi in cambio del rispetto e della volontà di arrivare a un compromesso da parte di chi detiene il potere. Quello che ci interessa non è il consenso, ma la partecipazione alla dinamica continua della controversia, risoluzione e cambiamento. Non vogliamo dominare. Non vogliamo essere il tutto. Vogliamo e insisteremo per essere riconosciuti come una parte vitale di esso, capaci quanto gli altri di rappresentarlo.
Industrial Areas Foundation, "Standing for the Whole", 1990

get updates